Archivi tag: wordpress

KOSE Milano

KOSE Milano handpainted ceramics Made in Italy
KOSE Milano handpainted ceramics Made in Italy

KOSE Milano

This sophisticated objects are entirely made by hand and 100% Made in Italy

 

KOSE collection was created to rediscover the charm of old crafts in the third millennium which is strongly influenced by technology and by homologation.
Its lines are pure and essential.
KOSE collection is entirely and exclusively produced in Italy.
This makes their items unique, because they are entirely manufactured by hand, according to ancient techniques, and because they are meant for those
who purchase following precise and personal emotions of the soul.

Enjoy the reading on 1blog4u

 

visit  1blog4u

visit Vaifro Minoretti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

…………

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Annunci

Quartiere Arcobaleno – Milan, Italy

 

Quartiere Arcobaleno - Milan, Italy
Quartiere Arcobaleno – Milan, Italy

 

What a pleasant surprise it was to wander around Milan, discovering Quartiere Arcobaleno. It is a small neighborhood that seems to come out of a fairy tale. A district out of ordinary. Rainbow district (Quartiere Arcobaleno), this nickname derives from the wide range of colors on the houses facades. Via Lincoln is probably one of the most unexpected neighborhood in Milan (at the coordinates of Via Lincoln and Via Franklin): not far from Piazza Cinque Giornate and… Enjoy the reading on 1blog4u

 

Vaifro Minoretti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

…………….

RANDITAN by Randi Tannenbaum – belt buckles

 

RANDITAN by Randi Tannenbaum - handmade belt buckles
RANDITAN by Randi Tannenbaum – handmade belt buckles

 

The signed and numbered mosaic belt buckles are individually handcrafted by Randi from vintage license plates found in dusty attics, barns and auctions, using a multi-step process that involves cutting, shaping, hammering, filing, welding, cementing, beveling, waxing and polishing. Randi notes, “Each of my metal mosaic belt buckles is a one of a kind, just like the people who wear them.”
“My aim is to draw attention to the…   Enjoy the reading on 1blog4u

 

 

 

Vaifro Minoretti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

————–

BALOSSA white shirt by Indra Kaffemanaite: Spring-Summer 2019

 

BALOSSA White Shirt - Indra Kaffemanaite stylist - Sring-Summer 2019

 

The BALOSSA Spring/Summer 2019 collection is all about easy chic, with a style that sings out a bold hymn to the freedom of the contemporary woman; her independence of thought and creative force, her boldness and fragility, her seduction and bon ton

Enjoy the reading on 1blog4u

 

 

photo courtesy Balossa

 

 

We accept donations for blog and web site maintenance whit PayPal  —>>  paypal.me/Vaifro
We accept donations for blog and web site maintenance whit PayPal —>>   paypal.me/Vaifro

 

 

 

 

 

——-

 

 

SANGO Wildlife Lodge – Zimbabwe

Sango-Wildlife-Lodge-1blog4u (3).jpg

SANGO Wildlife Lodge – Zimbabwe
5th best safari lodge in the world
Edmond Blanc Prize for Sustainable Development

 

Sango-Wildlife-Lodge-1blog4u (7).jpg

 

A journey to SANGO Wildlife Lodge in the heart of the Savé Valley Conservancy will take you to superlatives you never knew existed, taking in the marvellous variety of unique “Big5“ (elephant, lion, leopard, buffalo, and rhino) roaming free on 60.00 hectares of wild African bush.

Enjoy the reading on 1blog4u

 

We accept donations for blog and web site maintenance whit PayPal  —>>  paypal.me/Vaifro
We accept donations for blog and web site maintenance whit PayPal —>> paypal.me/Vaifro

 

 

vaifro-minoretti
vaifro-minoretti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

……

Mexico City: Event in honor of Emanuele Viscuso

Alejandra Matiz, Emanuele Viscuso
Alejandra Matiz, Emanuele Viscuso

 

Saturday July 21, 2018 an extraordinary event will be held in Mexico City in the private residence of Alejandra Matiz, daughter of the Colombian photographer Leo Matiz and president of the Leo Matiz Foundation, a dinner in honor of the Italian artist Emanuele Viscuso, in celebration of the rebirth of the Leo Matiz Gallery. Besides being a celebrated photographer, Leo Matiz opened an art gallery in Bogota in 1952 and the first artist presented there was Fernando Botero, showing his art for the very first time. From Alejandra: “In that magic place I was a little girl whose first toys were art pieces. One day my brother and I were almost destroying a Botero painting and I can’t tell how furious was my father…”.
Italian sculptor, designer, musician, architect, and personal friend and collaborator of Leo Matiz, Emanuele Viscuso will be the first artist showing at the Leo Matiz Gallery in Mexico City. With such an immensely diverse creative background, and with his past collaboration with Leo Matiz, he is the perfect choice of artist for such a rebirth. Among the invitees to the event of Saturday, the Italian Ambassador in Mexico, H.E. Luigi Maccotta.

Leo Matiz, Alejandra Matiz, Fernando Botero
Leo Matiz, Alejandra Matiz, Fernando Botero

 

Sabato 21 luglio 2018 si terrà a Città del Messico un evento straordinario nella residenza privata di Alejandra Matiz, figlia del fotografo colombiano Leo Matiz e presidente della Fondazione Leo Matiz: una cena in onore dell’artista italiano Emanuele Viscuso per presentare la rinascita della Galleria Leo Matiz. Infatti, oltre ad essere un famoso fotografo, Leo Matiz aprì una galleria d’arte a Bogotà nel 1952 e il primo artista che presentò fu Fernando Botero che fece proprio lì la sua prima mostra. Dice Alejandra: “In quel luogo magico ero una bambina i cui primi giocattoli erano opere d’arte. Un giorno mio fratello ed io stavamo quasi distruggendo un dipinto di Botero giocando con esso e non posso dire quanto si arrabbiò mio padre…”
Scultore, designer, musicista, architetto e amico personale e collaboratore di Leo Matiz, Emanuele Viscuso sarà il primo artista a esibirsi alla Leo Matiz Gallery di Città del Messico. Con un background creativo così variegato e con la sua passata collaborazione con Leo Matiz, Viscuso è la scelta perfetta per una tale rinascita. Tra gli invitati alla manifestazione di sabato, S.E. Luigi Maccotta, ambasciatore italiano in Messico.

 

Emanuele Viscuso
Emanuele Viscuso

 

Ph: courtesy  Emanuele Viscuso 

 

 

paypal-We accept donations for blog and web site maintenance whit PayPaldonazione
We accept donations for blog and web site maintenance whit PayPal  ->>paypal.me/Vaifro   

 

 

 

 

 

….

Studios Cinecittà – Roma antica

Gli studios di Cinecittà riproducenti Roma antica sono andati a fuoco nella notte tra il 6 e il 7 Luglio 2018.

 

emamnuele-viscuso-studios-roma-antica-cinecittà-agosto-2017 (10).jpg

Il 23 Agosto 2017 Emanuele Viscuso scrive:

CINECITTÀ
Qualche giorno fa, trovandomi a Roma, spinto da mia cugina Loredana Viscuso a incontrare il suo amico Mirko Alivernini, produttore, regista e attore, mi sono recato per la prima volta nella mia vita, a Cinecittà, dove lui ha un suo ufficio. Lietissimo di conoscere un’altra persona che, come me, nella vita fa tante cose allo stesso tempo e incuriosito anche dal fatto di poter finalmente vistare la leggendaria location, avevo accettato con entusiasmo. Può sembrare strano che chi è stato creatore e presidente di un festival, come il mio Sicilian Film Festival di Miami, non avesse mai visitato la nostra Hollywood romana, eppure così era stato fino a ieri. Né sarei mai andato lì senza un’occasione. E l’occasione finalmente si era presentata quando, raccontando a mia cugina che avevo un progetto cinematografico, lei aveva detto di potermi mettere in contatto con il suo amico. Arriviamo li in auto e all’ingresso ci spiegano come arrivare fino ai suoi uffici. Il gradevolissimo incontro con Mirko Alivernini si protrae per circa un’ora e avviene alla presenza di Gino Usai, a sua volta, attore, regista e produttore. Un’ora piacevolmente volata tra conversazioni sul cinema italiano di ieri e di oggi, scoperta di amici in comune e, naturalmente, tra il racconto della mia idea cinematografica (una commedia brillante da me scritta e diretta), i loro interessanti commenti al riguardo e idee su possibili ed eventuali sviluppi comuni della cosa. Ci salutiamo e, soddisfatti, andiamo verso l’auto, parcheggiata tra gli studios in un punto da cui s’intravedeva, dietro una recinzione di legno, qualcosa che sembrava la ricostruzione di un tempio romano. Invece di entrare subito in auto venni attratto da quel luogo e mi diressi verso quella recinzione notando che una porta che sembrava chiusa era invece socchiusa e apribile. Non senza emozione la aprii quel tanto che mi bastava per sgattaiolarvi dentro e lì mi resi conto che quella, più che una porta di legno, era in realtà un varco spazio-temporale che mi stava per far balzare indietro di duemila anni: di colpo, mi trovai nella Roma imperiale, una Roma deserta e senza anima viva ma sbalorditivamente e perfettamente ricostruita. Palazzi, templi, propilei, arco di trionfo, selciato, colonne, decorazioni, sembrava tutto vero: nei colori, nelle proporzioni nella perfetta imitazione dei materiali, persino nell’atmosfera. Mi misi a vagare nella piazza principale osservando le sue costruzioni come avrebbe fatto un antico romano. Non potei non rivedere nella mia mente i grandi film che erano stati girati proprio lì, come “Cleopatra”, con Elizabeth Taylor e Richard Burton. Un set che avevo sempre desiderato di vedere dal vivo. Ora mi trovavo proprio li per caso, grazie a mia cugina Loredana e a Mirko Alivernini. Mi pareva di sognare. D’altronde il cinema è sogno. Sogno in tutti sensi. Un sogno che ora passo ai miei amici su Facebook.

Ph: courtesy  Emanuele Viscuso